L’isba russa

Nelle ultime settimane ho pubblicato 3 video dedicati alla descrizione dell’ambiente interno di una casa e qui puoi trovare il primo della serie. Rimaniamo ancora su questo tema della casa e parliamo di un’abitazione tipicamente russa, ovvero l’isba.
In realtà, in tutta la Russia, esistono diverse abitazioni tipiche legate però alle minoranze etniche sparse in tutto il territorio russo, mentre quando parliamo di isba, parliamo di un’abitazione propria del popolo russo (anche la dacia è una tipica abitazione russa ma la vedremo in un altro articolo). L’isba non è altro che una modesta casa fatta di legno che si trova fuori città. Continua a leggere per scoprire l’etimologia del suo nome e la sua storia.

La parola isba (изба), così come suoi sinonimi истьба e истобка, deriva dall’antico slavo ecclesiastico *jьstьba che secondo alcuni studiosi deriverebbe a sua volta dall’antico alto tedesco stuba che indicava un ambiente caldo, una stanza riscaldata.
Fin dall’antichità, l’isba di legno era il tipo di abitazione più diffuso tra i contadini russi. Al giorno d’oggi le isbe più vecchie risalgono al massimo al XIX secolo e non sono rimaste tracce purtroppo di isbe appartenenti ad un periodo anteriore.  Quelle che sono rimaste hanno comunque mantenuto la loro struttura tradizionale.
L’isba presenta solitamente una pianta quadrata o rettangolare e le sue pareti sono costituite da travi di legno disposte orizzontalmente e unite agli angoli tramite incastro. Il tetto è spiovente ed è realizzato usando argilla liquida e paglia ed è molto compatto.

 


Considerato il ruolo che svolgeva l’isba nella vita dei contadini, veniva da essi attribuita grande importanza alla scelta del luogo in cui costruirla. Essa veniva costruita principalmente vicino a boschi e a corsi d’acqua in modo così da agevolare le attività agricole, la caccia e la pesca. Il luogo doveva essere sopraelevato, ben illuminato e asciutto. Per verificare che fosse asciutto, poggiavano un filo e lo coprivano con una padella. Se il filo non era umido allora il luogo era asciutto.
Un altro requisito era che nel luogo scelto per costruire l’isba, non dovevano essere state tracciate strade poichè ciò avrebbe portato sfortuna.
Dunque queste erano le credenze principali riguardo la scelta del punto in cui cominciare a costruire l’isba. Ora vediamo quali erano invece le credenze inerenti la costruzione in sè per sè.

Come abbiamo già detto queste abitazioni erano composte principalmente da tronchi d’albero e veniva posta particolare attenzione anche all’abbattimento degli alberi. Infatti, secondo le credenze, bisognava abbattere gli alberi d’inverno e durante la luna piena. Se i tronchi venivano tagliati prima, rischiavano di inumidirsi e quindi di spaccarsi più facilmente in un momento successivo. Per quanto riguarda invece la scelta della stagione, l’inverno era considerato il periodo in cui gli alberi erano morti e quindi non avrebbero sofferto nel momento in cui venivano abbattuti. Era molto importante per i contadini russi seguire questi “rituali” poichè altrimenti la cattiva sorte avrebbe gravitato su di essa.
Un altro rituale propiziatorio era il sacrificio. All’inizio della costruzione venivano sacrificati animali da fattoria come galline e pecore. La fine della costruzione veniva invece celebrata con una ricca abbuffata cui prendevano parte tutti coloro che avevano partecipato alla costruzione.
A questa partecipava tutto il villaggio e i costruttori non venivano pagati, ma veniva loro offerto da mangiare ed era considerato malcostume rifiutarsi di aiutare un’altra persona nella costruzione dell’isba.

Nel corso dei secoli l’isba si è un pò trasformata, ingrandendosi, aggiungendo più piani e incorporando altri elementi sia all’esterno che all’interno ed utilizzando materiali diversi per il tetto, ma alla fine la sua struttura è rimasta sempre quella.

Se cerchi maggiori informazioni sulla storia dell’isba e sulle sue caratteristiche puoi dare un’occhiata al testo История русской деревянной избы di Хомутский Алексей е Макарова Ирина 😉

P.S. Se te la cavi abbastanza bene con le basi di russo e stai cercando degli esercizi per metterti alla prova allora potresti trovare molto utile questo testo 🙂

Пока пока

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *