Posts Tagged "lessicorusso"

29Lug2019

Un paio di articoli fa abbiamo parlato di abbigliamento elencando le parole più comuni riguardanti questo ambito e ora è il momento di entrare un pò più nel dettaglio andando a vedere le azioni legate a queste parole.

A tal proposito potrebbe sorgere un dubbio riguardo due verbi: одевать e надевать che a prima vista potrebbero sembrare sinonimi, ma in realtà hanno un significato diverso.
Entrambi possono essere tradotti come “vestire”, ma la differenza sta nel chi e cosa vestire.

Одевать infatti si usa solo quando parliamo di vestire qualcuno.

Es:

Я одеваю своего сына

Он одевает его сестру

Надевать si usa invece quando parliamo di indossare un capo di abbigliamento.

Es:

Я надеваю рубашку

Он надевает пальто

Esiste il corrispettivo russo di “vestirsi”? Si e seguendo il ragionamento usato per distinguere надевать e одевать si intuisce facilmente che il verbo in questione è одеваться.

Es:

Он не умеет одеваться

Я оделся перед завтраком

In questo video tra le varie parole che identificano diversi capi d’abbigliamento troviamo anche il termine брюки che si può tradurre generalmente come “pantaloni”. Tuttavia è possibile incontrare nei testi o parlando con un/una madrelingua anche un altro termine, ovvero штаны. Effettivamente non c’è differenza tra i due in quanto entrambi vengono tradotti come pantaloni, ma ho deciso di fare una ricerca un pò più approfondita.
Il termine штаны deriva dal turco išton e si riferiva originariamente alle sottocalze. Il termine брюки invece deriva dall’olandese brock ed è comparso nella lingua russa più avanti, intorno al XVIII secolo e indicava i pantaloni indossati dai marinai russi. Nel XIX secolo questo termine ha assunto un significato più ampio ed una connotazione più “aristocratica”. Infatti possedere dei брюки voleva dire appartenere ad un rango sociale elevato.
Al giorno d’oggi i russi stessi non fanno particolare distinzione tra questi due termini, anche se per alcuni брюки conserva ancora quella connotazione di eleganza e quindi usato più spesso quando ci si riferisce a pantaloni eleganti, mentre штаны viene usato in riferimento a pantaloni normali indossati tutti i giorni.

Qui di seguito trovi due video riguardanti надевать e одевать con diversi esempi per capire bene la differenza e per aiutarti anche con la pronuncia. Puoi esercitarti usando questi verbi combinati con le parole elencate in questo video  e se vuoi complicarti ancora di più la vita puoi usare anche i colori elencati qui così ti eserciti anche con le declinazioni 😉

Ricordati di mettere Mi Piace alla pagina facebook di Lessicorusso  e iscriverti al canale youtube Russian Words in 1 Min

Ci vediamo al prossimo articolo!

Пока пока 


30Mag2019

Nell’articolo precedente abbiamo parlato di abbigliamento e uno dei simboli della cultura russa è proprio il colbacco (ушанка), il famoso copricapo invernale.

Innanzitutto partiamo dall’etimologia della parola italiana: colbacco deriva dal francese colback, termine usato dai francesi per indicare il copricapo usato dai cacciatori a cavallo della guardia di Napoleone e a loro volta i francesi hanno appreso questo termine dal turco parlato dai mammalucchi in Egitto, dove la parola kalpak stava per “berretto di pelliccia”.

Per quanto riguarda l’origine del colbacco, esso deriva dal malahai, un tipo di copricapo di forma conica e con lunghi paraorecchie usato dai mongoli nell’Asia centrale. Questo accessorio ai tempi era di fondamentale importanza per gli uomini perchè proteggeva il loro viso dal vento e dalle violenti nevicate. Successivamente il malahai ha subìto delle modifiche ed è stato ritagliato verticalmente lungo i lati in modo tale da poterlo annodare intorno al collo nei periodi più caldi. E da questo tipo di malahai deriva l’attuale colbacco.

Secondo l’antica tradizione slava consolidatasi a partire dal periodo della Rus’ di Kiev, solo le donne non sposate potevano andare in giro senza copricapo, mentre agli uomini e alle donne sposate era imposto di indossarlo all’interno della casa. Questa era una tradizione molto importante perchè avere la testa scoperta era considerato un atto volgare. I primi prototipi dei moderni colbacchi sono cominciati ad apparire intorno al XIV sec. e già all’epoca ce n’erano di diversi tipi: quelli con i risvolti, quelli senza, quelli ricoperti interamente di pelliccia e quelli che avevano la pelliccia solo sul risvolto.

Il colbacco divenne molto popolare intorno al 1918-1919 dopo la Rivoluzione Russa all’interno delle file dell’Armata Bianca sotto la guida dell’ammiraglio Kolčak. Nel 1934 veniva indossato dalla sezione marittima dell’Armata Rossa ed ha assunto l’aspetto che tutti noi oggi conosciamo con la differenza che a quei tempi veniva prodotto usando il feltro. Solo a partire dal 1939, in accordo con il decreto ministeriale n. 426, il feltro è stato sostituito dal cuoio. Nel periodo della perestrojka il colbacco veniva venduto illegalmente ai turisti stranieri e ancora oggi è uno dei souvenir più gettonati dai turisti, ma è diventato anche un accessorio molto in voga tra i russi stessi che non lo vedono più solo come un oggetto usato prettamente in ambito militare.

E questa è in breve la storia del colbacco 🙂

Dal prossimo articolo torneremo a parlare di lessico attraverso nuovi video! Nel caso ti fossi perso gli ultimi video, ti consiglio di iscriverti al canale youtube Russian Words in 1 Min e mettere Mi Piace alla pagina facebook Lessicorusso 😉

Пока пока


23Apr2019

Finalmente è arrivata la primavera, le giornate si allungano e comincia a fare più caldo. Dunque è arrivato il momento di cambiare il proprio guardaroba e proprio a tal proposito nel video di oggi andremo a vedere il lessico di base per quanto riguarda l’abbigliamento (одежда). Impara queste nuove parole ed esercitati con la pronuncia 😉

Se vuoi esercitarti con le declinazioni, un ottimo esercizio potrebbe essere quello di combinare le parole di questo video con gli aggettivi riguardanti i colori che trovi qui usando tutti i sei casi.

Non dimenticarti di iscriverti al canale Russian Words in 1 Min per rimanere aggiornato sui prossimi video 😉

Пока пока


13Feb2019

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A prescindere da quale lingua si studi il dizionario è senza dubbio lo strumento più importante che si ha a disposizione. Questo discorso vale ancora di più per la lingua russa che è caratterizzata da un un lessico molto ricco con tantissime parole usate in contesti molto ben specifici.
Inoltre in alcuni casi durante gli esami all’università viene data l’opportunità di usare il dizionario per le prove di traduzione e dunque è bene averne uno che sia il più completo possibile ed evitare uno di quei casi in cui non si riesce a trovare all’interno del dizionario la parola chiave necessaria a comprendere il significato di una o più frasi.

Ad oggi è possibile trovare tanti tipi di dizionari russo-italiano, ma nell’articolo di oggi mi focalizzerò sui due più importanti, ovvero il Kovalev edito da Zanichelli e il Dobrovolskaya edito da Hoepli. Questi sono i due big per quanto riguarda i dizionari di lingua russa, ma c’è n’è uno che prevale sull’altro? O sono entrambi sullo stesso livello?
Ho deciso di scrivere una mia recensione personale per condividere con te le mie opinioni al riguardo dove elencherò pro e contro sia del Kovalev che del Dobrovolskaya.

La recensione si basa su sei aspetti, quindi cominciamo col primo:

1) Indicazioni sull’uso

Non è sicuramente l’aspetto più importante di un dizionario, ma a volte può tornare utile per capire cosa significhi una determinata abbreviazione o in generale per avere una comprensione migliore del modo in cui vengono ordinati i significati dei vocaboli riportati.
Da questo punto di vista trovo che il Kovalev sia di gran lunga migliore rispetto al Dobrovolskaya perchè dedica a questa sezione una sola pagina invece delle 11 del dizionario di Hoepli. Insomma, 11 pagine per spiegare come funziona un dizionario mi sembrano un pò troppe e il Kovalev nonostante usi una sola pagina, riesce a condensare molto bene tutte le informazioni necessarie e lo fa in modo molto schematico  usando diverse linee come si vede nella foto e questo sicuramente depone a favore di una maggiore scorrevolezza e facilità di lettura. Come si vede nella seconda foto invece il Dobrovolskaya usa solo testo, quindi un pò “pesante” da leggere ed è difficile capire dove finisce l’esempio e dove comincia la spiegazione.


Kovalev


Dobrovolskaya

 


2)
Alfabeto russo

Per quanto riguarda lo schema dove viene mostrato l’alfabeto russo, lo troviamo in entrambi i dizionari, tuttavia c’è una sostanziale differenza perchè nel Kovalev, come riportato in foto, è presente un’utilissima sezione dedicata alla corrispondenza in italiano che ci aiuta per la corretta pronuncia, un elemento che risulta invece assente sul Dobrovolskaya.


Kovalev

 


Dobrovolskaya

 

3) Stile

Parlando di stile preferisco il Kovalev perché evidenzia i lemmi in blu e questa caratteristica perlomeno a me dà una sensazione di maggiore modernità rispetto al Dobrovolskaya dove i lemmi sono evidenziati usando i classici nero e grigio


Kovalev


Dobrovolskaya

 

4) Ricchezza dei vocaboli

Il Kovalev ha un numero maggiore di vocaboli rispetto al Dobrovolskaya e considerata la ricchezza di lessico della lingua russa, questo è sicuramente un altro elemento che depone a suo vantaggio.

5) Chiarezza

Andando ad osservare il modo in cui vengono evidenziati i lemmi, i significati e gli esempi, anche in questo caso preferisco l’approccio del Kovalev. Infatti il suo vantaggio principale sta nella maggior chiarezza riguardo il contesto d’uso e ancora una volta nello stile che rende i significati e gli esempi molto più facili da leggere. Il significato viene evidenziato, il contesto messo tra parentesi, gli esempi in russo  vengono riportati in corsivo e le corrispettive traduzioni in stampatello. Il Dobrovolskaya evidenzia solamente i lemmi in grassetto e tutto il resto invece viene riportato a caratteri normali e questo appesantisce la lettura.


Kovalev


Dobrovolskaya

6) Extra

Infine per quanto riguarda sezioni extra come le appendici devo dire che in questo caso apprezzo di più il Dobrovolskaya perché presenta delle sezioni molto interessanti  dedicate a nomi geografici, sigle e abbreviazioni, numeri e simboli, nomi propri e diminutivi, mentre il Kovalev offre solo un’appendice ai titoli russi delle opere letterarie più celebri e poi tutta una serie di parole divise per campi semantici di cui alcune molto utili nel quotidiano, ma altre mi lasciano un po’ così.


Dobrovolskaya


Kovalev

Inutile dire che da questo confronto il Kovalev ne esce vincitore. Da un punto di vista economico hanno entrambi lo stesso prezzo, euro più euro meno.  Dunque se ancora non hai un dizionario, questo articolo dovrebbe aver risolto ogni tuo dubbio.

Ordina il Kovalev qui su amazon! consiglio di acquistarlo online perché è un bel mattone e portarselo dietro non è proprio comodissimo 😀

Al prossimo articolo!

Пока пока


4Feb2019

Nell’articolo di oggi andiamo a vedere i principali legami familiari attraverso un piccolo albero genealogico (родословное дерево) mostrato nel video qui sotto. Come al solito cerca di capire il significato delle parole senza ricorrere al dizionario, esercitati con la pronuncia e non dimenticarti di iscriverti al canale youtube Russian Words in 1 Min 😉

 

 

Пока пока


25Nov2018

 

Prima il dovere poi il piacere giusto?

Bene, dopo aver parlato di professioni e di come scrivere un CV in russo è ora di svagarci un pò e parlare dei nostri hobby e interessi (хобби in russo).

Nel video qui sotto trovi una lista di alcune attività che rientrano nella categoria hobby e interessi. Ovviamente per motivi di tempo e spazio ho inserito solo le principali, quindi non me ne avere a male se non trovi il tuo hobby. Anzi, nel caso non lo trovassi scrivi nei commenti qui sotto il tuo, magari in russo così ti eserciti 😉

Come sempre non c’è la traduzione in italiano, quindi dovrai cercare tu di capire tramite le immagini, a cosa corrispondono le frasi e le parole mostrate nel video. In questo modo rafforzerai la tua memoria 😉
Poi se vuoi avere conferma della tua intuizione, sotto al video trovi la traduzione con qualche nota e alla fine dell’articolo troverai un paio di regolette che ti aiuteranno a formulare questo tipo di frasi nel modo corretto a prescindere dall’attività che pratichi 😉

 

Leggere libri
Читать книги

Vedere film
Смотреть филмы

Andare al cinema
Ходить в кино

Fare sport
Заниматься спортом

Giocare a calcio
Играть в футбол

Giocare a basket
Играть в баскетбол

Giocare a tennis
Играть в теннис

Giocare a pallavolo
Играть в волейбол

Giocare a rugby
Играть в регби

Correre
Бегать

Fare nuoto
Плавать

Viaggiare
Путешествовать

Suonare la chitarra
Играть на гитаре

Suonare il pianoforte
Играть на фортепиано

* Piccola precisazione sulla parola фортепиано. Ti potrebbe capitare di incontrare anche la parola пианино. In questo caso che differenza c’è tra queste due parole russe che apparentemente sembrano identificare la stessa cosa? La differenza è infatti abbastanza sottile e consiste nel fatto che mentre con il termine фортепиано si intende non solo il pianoforte, ma in generale qualsiasi strumento a tastiera (clavicembalo, organo, tastiera), il termine пианино si riferisce nello specifico al classico pianoforte verticale.

Suonare la batteria
Играть на барабанной установке

Cantare
Петь

* Vediamo la coniugazione di петь
Я пою
ты поёшь
Он/Она поёт
Мы поём
Вы поёте
Они поют

Scrivere libri/poesie
Писать книги/стихи

Ballare
Танцевать

Studiare lingue
Изучать языки

Giocare ai videogiochi
Играть на видеоигри

Da questa lista possiamo dedurre diverse regolette. Innanzitutto per dire “giocare a [nome sport]” si usa sempre il verbo играть + la preposizione в + il nome dello sport al caso accusativo.

Mentre per dire “suonare [nome strumento musicale]” si usa sempre il verbo играть, ma stavolta seguito dalla preposizione на + nome dello strumento musicale al caso prepositivo.

Tutte queste frasi vanno precedute dalla costruzione мне нравится (mi piace).

Es.
мне нравится плавать

oppure

тебе нравится играть в баскетбол?

Questa è una costruzione molto semplice e quasi sempre utilizzata per esprimere i propri interessi e hobby.

Un’altra costruzione molto utilizzata è quella costituita dal verbo  заниматься + sostantivo dell’attività praticata (al caso strumentale).
In questo caso non va quindi usato uno dei verbi visti sopra, ma il sostantivo corrispettivo.

Es.
Я занимаюсь теннисом
Gioco a tennis

Questa costruzione va usata quindi per esprimere in modo più concreto che si pratica una determinata attività di nostro interesse, non semplicemente che ci piace e risponde alla domanda чем занимаешься?

E con questo articolo abbiamo visto come esprimere i propri interessi. Non dimenticare di mettere mi pace alla pagina facebook di Lessicorusso e scrivere il tuo hobby o il tuo sport preferito qui sotto nei commenti.
Ci vediamo nel prossimo articolo 😉

Пока пока


21Nov2018

Привет 🙂

Perdona l’assenza di questo periodo, sono stato impegnato a sistemare alcuni aspetti tecnici del sito che hanno richiesto un pò di tempo date le mie scarse conoscenze nell’ambito del web design.
D’altronde considero LESSICORUSSO come un vero e proprio spazio fisico e quindi di tanto in tanto ho bisogno di sistemarlo per accogliere al meglio te e gli altri visitatori.

Dunque ricollegandomi all’articolo precedente sulle professioni, in quello nuovo voglio parlare di un argomento di cui si parla pochissimo ed io stesso sinceramente nel mio periodo universitario non ne ho mai sentito parlare, ovvero come scrivere un CV in russo.

Immagino che ci saranno tanti studenti e non che per migliorare il proprio russo decidono di trasferirsi per qualche tempo in una città russa e lavorare in loco per riuscire a far fronte alle varie spese, quindi ho ritenuto che questo argomento potesse essere di forte interesse.

Dunque cominciamo con il vedere alcuni termini inerenti questo settore.

CV
Резюме

Colloquio di lavoro
Собеседование

Trovare lavoro
Устроится на работу

Disoccupato/a
Безработный / безработная

Scrivere un CV
Писать резюме

Presentare un CV
Представить резюме

Spedire un CV
Отправить резюме

Andare ad un colloquio di lavoro
Ходить на собеседование

Passare/superare un colloquio di lavoro
Пройти собеседование

Una volta compresa la terminologia di base andiamo nel fulcro dell’articolo e vediamo quali termini vengono solitamente usati in un CV. La struttura ovviamente può variare, a prescindere dalla lingua usata ci sono tanti modi per scrivere un CV e su internet troverete tante info al riguardo. Quello che ci interessa a noi è la terminologia corretta da usare.

Si comincia con le informazioni personali:

Имя и фамилия :

Дата рождения :

Проживание (residenza):

Контактная информация :

Телефон :

Электронная почта :

Желаемая должность (occupazione ricercata) :

Желаемый уровень дохода (fascia di reddito desiderata) :

Ключевые навыки (punti di forza) :

Знание языков(lingue conosciute) :

Достижения (obiettivi raggiunti) :

Опыт работы (esperienza lavorativa) :

Образование (istruzione) :

Дополительная информация (altre informazioni) :


Credits: im-konsalting

Come già detto prima è possibile strutturare il proprio CV in diversi modi. Ad esempio le sezioni dedicate all’occupazione ricercata e alla fascia di reddito possono apparire in alcuni CV anche prima delle informazioni di contatto.

Spero di averti chiarito maggiormente le idee riguardo questo argomento molto interessante.

Se invece sei alla ricerca di un sito / piattaforma per cercare lavoro in Russia ti consiglio di dare un’occhiata qui

Come sempre non dimenticare di mettere “mi piace” alla pagina facebook di Lessicorusso se non l’hai ancora fatto, piano piano stiamo crescendo 🙂

Пока пока